Normativa danese sull’eolico

Più dell’80% delle 6300 turbine eoliche a terra in Danimarca è detenuto da cooperative locali o contadini locali. 150 mila famiglie danesi possiedono turbine eoliche o quote in una cooperativa.

I proprietari danesi di turbine eoliche fanno parte della “Danish wind turbine owner’s association” (tradotto: Associazione danese dei proprietari di turbine eoliche).

I punti principali:

  • Le società pubbliche o private e le cooperative che realizzano nuovi impianti eolici sono tenute a proporre alla popolazione locale l’acquisto di quote dell’impianto fino al 20% del suo valore.
  • Cittadini che abbiamo compiuto il 18° anno di età residenti nel raggio di 5 km dall’impianto o nel medesimo comune sono idonei all’acquisto di quote di turbine eoliche.
  • La procedura autorizzativa è semplificata per impianti con meno di tre turbine eoliche fino a 80 metri di diametro (2 MW)
  • Si possono installare generatori eolici in zona agricola in quanto compatibili con l’attività agricola
  • Poche grandi turbine sono preferite a molte piccole turbine (minieolico) in quanto l’impatto paesaggistico e l’inquinamento acustico è inferiore
  • Lo stato identifica le aree idonee all’installazione dei grandi impianti eolici e le assegna con gara pubblica con asta al ribasso sul prezzo dell’incentivo
  • Il risarcimento per perdita di valore dei terreni è prestabilita ed erogata verso i comuni direttamente dallo Stato e non dalla società proprietaria dell’impianto. Ciò impedisce la corrompiblità dei funzionari comunali e sgrava l’impresa dai costi per il raggiungimento di tali accordi.