Gira arrosto artigianale

Gira arrosto

artigianale con rottami di automobile

Materiale occorrente:

  • Motore di tergicristalli (con biella esterna, l'asse deve ruotare continuamente, es Fiat 126)
  • La ruota dentata grande (è quella su cui ingrana il pignoncino del motorino d'avviamento di una automobile)
  • Pignoncino del motorino d'avviamento dell'automobile
  • Mozzo anteriore di automobile, compreso il disco freno
  • Cric vecchio tipo (es Fiat 126, 127, 500)
  • Giunto cardanico semiasse anteriore
  • Altro disco freno, o qualunque pezzo di metallo per fare da base
  • Alimentatore da 12V qualche Amper, o una batteria.

Realizzazione:

Si salda la corona dentata grande intorno al disco feno
Si salda il giunto cardanico al centro del mozzo,
Si salda un pezzo di scatolato sull'altra estremità del giunto, per incastrarci poi lo spiedo,
Si salda il cric su un pezzo di ferro come base (un altro disco di freno per esempio),
Si salda la parte fissa del mozzo alla parte mobile del cric, in modo da poter regolare l'altezza del girarrosto girando la manovella,
si salda o si incastra il pignoncino del motorino d'avviamento sull'asse del motorino di tergicristalli (potrebbe richiedere un adattamento col tornio)
Si fissa il motorino di tergicristalli in modo che ingrani sulla ruota dentata grande.

Consigli:

Il comando dell' "alternanza" dei tergicristalli dell'automobile non è mai elettrico. La differenza è che per il girarrosto serve un motore che abbia la biella esterna, in modo da poterla smontare, ottenendo così un asse che gira liberamente, abbastanza lento (all'interno c'è una riduzione a vite senza fine).
Io ho usato motorini di tergicristalli di una Fiat 126 127 500 e di un escavatore caterpillar.
Come spiedo si utilizza uno scatolato inox piatto e largo, in modo che si incastri nel costato del "pranzo".

Buon arrosto!

mega gira arrosto sardo